NUORO

Slider

Nuragica ha fatto tappa nel cuore della Barbagia. La città di Nuoro ha ospitato la mostra dal 16 febbraio al 2 giugno 2019 riscuotendo consensi da più parti.

La mostra, allestita al Centro Polifunzionale di via Roma, per più di tre mesi ha registrato un consenso strepitoso soprattutto tra i nuoresi. In questo piccolo capoluogo di provincia di 36 mila residenti, si respira cultura in ogni dove e la presenza di Nuragica si è ben amalgamata con le altre 5 realtà museali locali contribuendo ad attirare a Nuoro nuovi target e turisti da tutta l’isola.

Nel corso dell’evento ampio spazio è stato dato alla didattica con i matinée per le scuole. Alla Civiltà Nuragica, che poco spazio trova nei libri di storia, sono stati dedicati ben 350 mq di approfondimento tra ricostruzioni, scenari virtuali e lo Storytelling del team di archeologi.

La mission di Nuragica , infatti, oltre a raccontare la millenaria storia dell’Isola è quello di intercettare una fetta di quel target interessato a visitare le straordinarie bellezze dell’entroterra in bassa stagione.

Grazie alla creazione di un Corner Turistico allestito al termine del percorso i visitatori hanno ricevuto tutte le informazioni per visitare dal vivo i monumenti dei principali siti archeologici del territorio di Nuoro e dell’isola menzionati lungo il percorso.

Nell’ambito di queste attività collaterali, Nuragica ha visto la partnership del Distretto culturale nuorese che ha raccolto positivamente la presenza del format in città per la divulgazione delle nuove iniziative turistiche culturali.

Il progetto nuorese, oltre ad essere stato sposato dal Comune di Nuoro ha visto il Patrocinio della Regione Sardegna, dell’Assessorato alla Cultura, dell’Assessorato al Turismo e il contributo della Fondazione di Sardegna

Sicuramente l’edizione nuorese sarà ricordata anche per il lancio della Petizione che chiede l’inserimento della storia della civiltà nuragica nei libri scolastici. L’iniziativa, che ha visto sin dal suo concepimento il sostegno dell’antropologo Bachisio Baldino, degli archeologi Maria Ausilia Fadda e Ivan Lucherini, oltreché di altre personalità del mondo culturale, politico e accademico isolano, ha raccolto oltre 10 mila firme sulla piattaforma Change.org, ed è giunta sino al Parlamento e all’attenzione del Ministro dell’istruzione.

Una produzione

Con il patrocinio di

Con il contributo di

Main sponsor

Partners

Slider